Gettare lo sguardo nell’abisso

FACTORY – PRINCIPIO ATTIVO

ARTISTA/COMPAGNIA: Paola Leone / Io ci provo

con Paola Pauline Leone Gaetano Spera
al Teatro Comunale di Novoli – centro di Residenza Teatrale TRAC


“Gettare lo sguardo nell’abisso” significa indagare insieme quella parte primordiale, animale, selvaggia, istintiva, che resta presente anche nell’uomo più civilizzato, come una parte originaria, insopprimibile che, se viene repressa anziché compresa e correttamente incanalata, può emergere ed esplodere in maniera violenta.”

Il progetto/compagnia “Iociprovo”- una delle più riuscite e sperienze pugliesi di Teatro Carcere–è diretto dalla regista Paola Leone e nasce nel 2005 nella Casa Circondariale di Taranto e nel 2011 nella Casa Circondariale di Lecce 2011, i detenuti coinvolti sono ogni volta circa 25 e in alcune fasi del progetto una cinquantina. E’ un teatro che guarda alla valorizzazione del rapporto che esiste tra in dividuo e gruppo, al recupero della relazione, alla promozione del teatro come forma artistica culturale. La formazione e l’inclusione tra individui, gruppi e luoghi per noi sono punti di forza. La compagnia gode della possibilità di portare all’esterno il proprio lavoro e anche della la possibilità di portare l’esterno all’interno. Le scuole superiori e l’Università del Salento sono coinvolte ogni anno nel lavoro svolto dalla compagnia, attraverso laboratori, incontri fuori e dentro il carcere costruendo così un ponte utile all’inclusione sociale.

 

Gettare lo sguardo nell’abisso” significa indagare insieme quella parte primordiale, animale, selvaggia, istintiva, che resta presente anche nell’uomo più civilizzato, come una parte originaria, insopprimibile che, se viene repressa anziché compresa e correttamente incanalata, può emergere ed esplodere in maniera violenta.

Un nuovo capitolo della compagnia teatrale “Io ci provo” che intende cucire attorno all’attore detenuto Gaetano Spera, un monologo denso e necessario.