L’isola sconosciuta

Si è svolta al Teatro Comunale Lucio Dalla di Manfredonia – Centro di residenza teatrale TRAC – la Residenza di Raffaella Giancipoli “L’ISOLA SCONOSCIUTA”
.

Una riscrittura a due voci ispirata a “Il racconto dell’isola sconosciuta” di Jose Saramago, affidata a un attore guineano, Bakary Diaby, e a un attore ivoriano che ha consolidato la propria vocazione artistica a Manfredonia proprio attraverso il TRAC, grazie all’esperienza delle residenze trampolino.

Cosa significa partire? Cosa cerchiamo quando lasciamo la nostra casa? Torneremo? Partiamo per conoscere luoghi e persone nuove o per dare un nome a ciò che siamo o che vorremmo diventare?
…Un uomo ottiene dal re una caravella per partire alla ricerca di un’isola sconosciuta, che ancora non compare sulle carte geografiche… un viaggio, dunque, carico di peripezie, verso un luogo sconosciuto, verso un luogo che forse troverà la sua identità solo grazie allo sguardo di uno straniero che si posa su di lui…..


Raffaella Giancipoli
Attrice, autrice, regista. Laureata nel 2008 presso l’Università di Bologna, Corso di Laurea DAMS con indirizzo teatrale. Nel 2014 consegue il diploma come Operatore della relazione d’aiuto presso la presso la Pontificia Università Antonianum di Roma. Nel 2002 frequenta il Corso di Formazione superiore dell’attore Siate voi passanti promosso dalla Fondazione ERT – Emilia Romagna Teatro, condotto da Stefano Vercelli e Sonia Abaunza Galvis. Si forma con Tommaso Correale Santacroce, Claudio Morganti, Teatro de Los Andes, Tapa Sudana, Raffaella Giordano, Angela Malfitano, Ascanio Celestini, Teatro Patalò e Barbara Bonriposi.
Nel 2003 con un gruppo di allievi italiani di César Brie fonda la Compagnia Teatro Setaccio che dà vita agli spettacoli Il cielo degli altri per la regia di Brie e Dadja Vanjaper la regia di Cèsar Brie e Isadora Angelini. In Puglia fonda con Annabella Tedone e Bruno Soriato la compagnia Kuziba e collabora con le compagnie La Luna nel Letto, Senza Piume, Bottega degli Apocrifi, Centro Diaghilev con i registi Michelangelo Campanale, Damiano Nirchio, Cosimo Severo, Carlo Bruni.

PREMI
finalista Premio Scenario col suo primo lavoro “Rita”; premio Giuria Docenti del concorso Giovani Realtà del Teatro promosso dall’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Nico Pepe” oro e selezione al Cantiere Campsirago con lo spettacolo “Brigantesse”; premio INBOX VERDE e Otello Sarzi per lo spettacolo Vassilissa e la Babaracca di cui cura la regia; premio Festival della Resistenza “Musei Cervi” con lo spettacolo L’Estranea di Casa.